Dirty Lager

Non scambiarla per la tipica bionda, ma nemmeno per la solita ambrata.
Il suo colore unico è fatto per attirarti, mentre i ricordi di spezie e agrumi che sprigiona sulla lingua sono lì per farti rimanere.

D’altronde, è proprio per questo che le piace farsi chiamare Dirty.

Orgoglio Dirty

Dirty Lager

Essere più di una classica lager è una questione di carattere, e lei ne ha da vendere.
Nasce come una birra ambrata, ma completa la sua formazione con il dryhopping tipico delle popolari american IPA.

Potremmo quasi definirla una birra che ha fatto l’Erasmus. E infatti le piace divertirsi.

Un'ambrata finalizzata con il dryhopping come un'american IPA

Morbido con note di malto e caramello

Un potente mix di erbe speziate e agrumi

Gradazione

Temperatura consigliata

Perché in lattina?

BELLO IL SOLE, MA NON PER LA BIRRA.

Niente conserva come l’alluminio, infatti la lattina mantiene intatto il gusto della birra e la protegge dai raggi solari.

PRONTI VIA.

Non c’è niente di pIù comodo delle lattine per portare in giro la birra: non si rompono, si possono impilare e le apri quando vuoi, a mani nude.

ZERO SFORZO, MASSIMA RESA.

Sei in giro con i tuoi amici e vuoi stare in giro come vuoi, dove vuoi? Beh, no problem: con le lattine puoi stare on the street senza sbatti. E senza bicchieri. Basta che poi le butti responsabilmente!

CERES C'È
SE HAI 18 ANNI
SEI MAGGIORENNE?
(HEY NON BARARE)

Questo sito utilizza cookie funzionali e di performance. Qualora l’Utente volesse sapere di più o gestire le proprie preferenze sui cookie, può selezionare il tasto “Leggi di più”. Se clicca sul tasto “Accetto”, l’Utente acconsente all’uso dei cookie.

Leggi di più